Intervista

Giuseppe Laterza: «Un grande gruppo fatto di grandi persone»

29.04.2019

Da cinque anni sulla panchina del Fasano, Giuseppe Laterza da allenatore ha compiuto un nuovo miracolo calcistico. Alla sua prima esperienza da allenatore in serie D, il 39enne tecnico fasanese doc ha portato la squadra biancazzurra ad una salvezza senza troppi patemi d’animo, ottenendo la matematica certezza della serie D per il prossimo anno con un mese di anticipo. Nel suo personale palmares sulla panchina fasanese può aggiungere una salvezza in quarta serie alla finale playoff in Promozione raggiunta con 19 risultati utili consecutivi, alle tre finali consecutive di Coppa Italia (di cui una vinta) e alle due promozioni.

Mister, innanzitutto complimenti per questa ennesima stagione straordinaria. Una salvezza conquistata con settimane di anticipo, te l'aspettavi?
«Grazie, giro i complimenti ai ragazzi. Quando si lavora per raggiungere un obiettivo, bisogna crederci partita dopo partita, lavorando sempre al massimo per centrarlo quanto prima. Non dico che mi aspettavo di raggiungerlo con tre giornate d'anticipo, ma ero sicuro che ce l'avremmo fatta e che avremmo fatto un gran lavoro».

Temevi a gennaio che tutto si stesse maledettamente complicando?
«Durante l'arco di un intero campionato, il momento di difficoltà capita a tutti, ma bisogna restare tranquilli cercando di capire cosa non va e dove bisogna migliorare. Noi siamo rimasti compatti e insieme ci abbiamo messo tutti qualcosa in più per uscire da quel momento di risultati negativi».

Hai, invece, pensato per un attimo che questa squadra potesse anche ambire ai playoff?
«Onestamente sì e mi dispiace che non siamo riusciti ad entrare fino alla fine nella lotta per i playoff che, per l'ottimo lavoro fatto, potevamo e dovevamo crederci. Penso che negli scontri diretti con Savoia e Andria meritavamo molto di più: quelle due sconfitte ci hanno allontanato».

Ci sono giocatori che ti hanno dato più di quanto ti aspettavi?
«Io non posso che ringraziare e lodare ogni singolo giocatore di questa rosa per la disponibilità e professionalità che ci mettono ogni giorno, anche chi a dicembre è andato via. La forza di una squadra che vuole raggiungere degli obiettivi è il gruppo, solo con la forza di tutti riesci a tirare il massimo dall'intera squadra. Posso assicurare che questo gruppo ha dei valori importanti in ogni singolo giocatore».

Cosa farai l'anno prossimo?
«Sicuramente continuerò ad allenare perché questo lavoro mi piace e vorrei continuare a farlo migliorandomi giorno dopo giorno. Adesso concentriamoci al massimo per finire nel miglior modo possibile questo campionato, cercando di migliorare la nostra classifica e i nostri numeri. A fine stagione si valuterà il tutto e con molta tranquillità ne parlerò la società, la quale anche quest'anno ringrazio per averci sempre messo nelle migliori condizioni per lavorare, senza farci mai mancare nulla».

Vincenzo Lagalante

Commenti

Fasano-Bari, mister Costantini: «Vogliamo ancora stupire!»
Ultima in casa, al "Curlo" arriva il Nardò