Campionato Serie D girone H

1-1 tra Fasano e Andria nel pantano del "Curlo"

02.12.2018

Termina in parità il derby pugliese tra Us Città di Fasano e Fidelis Andria. Un gol per parte e per tempo hanno prodotto un uno pari che lascia un po’ di amaro in bocca ad entrambe le squadre, pur consentendo al Fasano di mantenere l’inviolabilità interna e all’Andria di proseguire la sua striscia di risultati utili che va avanti da più di due mesi. Ma adesso i biancazzurri devono strappare necessariamente la vittoria nel recupero casalingo con il Savoia per restare agganciati al treno di testa, mentre i leoni andriesi con questo pari escono dalla zona play off e perdono terreno rispetto alle prime quattro, tutte vittoriose.

La partita. I mister schierano due squadre a trazione opposta: modulo offensivo per Laterza, che getta nella mischia contemporaneamente Montaldi, Corvino, Nadarevic e Formuso; schieramento prudente per Potenza, consapevole delle difficoltà della sua squadra in trasferta, che opta per un centrocampo a cinque. La partita è vibrante sin dai primi minuti ma non ci sono occasioni da gol rilevanti fino all’improvviso vantaggio ospite: al 21’ Petruccelli calcia una punizione dalla sinistra e Forte colpisce di testa il pallone con una traiettoria a scendere che sorprende Guarnieri. Il Fasano cerca di fare gioco ma non riesce ad impensierire Addario. E sono proprio gli andriesi ad andare vicini al raddoppio con una mischia da calcio d’angolo nella quale Guarnieri è bravo ad opporsi al tiro da pochi passi di Cipolletta.

Nella ripresa Laterza decide di cambiare strategia, sviluppando il gioco in ampiezza grazie agli ingressi di Forbes e Serri. La mossa dà i frutti sperati al 71’: Bernardini semina tutti e, col contagiri, serve sul palo lontano l’accorrente Serri, che da due passi non può sbagliare. Dopo il pareggio entrambe le squadre cercano il bottino pieno: l’Andria ci prova con Stranges, la cui conclusione termina fuori di poco, i biancazzurri con Rullo che in proiezione offensiva impegna Addario, costretto a rispondere in due tempi. Nel finale il difensore ospite Zingaro commette fallo in area su Corvino e viene espulso ma l’arbitro non assegna il rigore per una precedente posizione di offside dell’esterno biancazzurro, apparsa a tutti inesistente. L’arbitro manda tutti negli spogliatoi col punteggio di 1 a 1.

Tabellino

Us Città di Fasano – Fidelis Andria 1 – 1

Reti: Forte (A) al 21’; Serri (F) al 71’

Us Città di Fasano: Guarnieri, Mambella, Diop, Ganci (93’ Cobo Galvez), Anglani, Rullo, Nadarevic (65’ Serri), Bernardini, Formuso (54’ Forbes), Corvino, Montaldi. A disposizione: Suma, Zizzi, Colombatti, Pugliese, Paolillo, Tuttisanti. Allenatore: Giuseppe Laterza

Fidelis Andria: Addario, Zingaro, De Filippo (76’ Paparusso), Piperis, Forte, Cristaldi, Ayina (64’ Stranges), Petrucelli (83’Manno), Bortoletti, Gregoric, Cipolletta. A disposizione: ZInfolino, Porcaro, Pagone, Danielli, Bozic, Calì. Allenatore: Alessandro Potenza

Arbitro: Dario Madonia della sezione di Palermo

Note: espulso al 93’ Zingaro (A) per doppia ammonizione; ammoniti Bernardini (F), Ganci (F), Bortoletti (A), Cipolletta (A), Forbes (F), Petruccelli (A).

Ciccio Cofano

Commenti

Colpaccio a Gravina: il Fasano è di nuovo primo in classifica
Calcio mercato: i nomi di chi lascia Fasano, in attesa dei colpi di dicembre