Campionato Juniores, parla mister Costantini: “Che orgoglio vedere tanti miei ragazzi in prima squadra!”

17.08.2019

Stagione nuova, volti nuovi, stessa maglia. Dopo la pausa estiva è pronto a ricominciare anche il Campionato Nazionale Juniores, con i biancazzurrini inseriti nel girone M e che saranno impegnati il 14 settembre (data prevista per l’inizio della competizione) a Villa d'Agri contro il Grumentum.

Anche quest’anno la crescita della nostra cantera è affidata a mister Costantini, uomo di grande esperienza e che ha visto e fatto crescere intere generazioni di ragazzi, ora calciatori.

- mister, un commento a caldo sul nuovo girone e sui calendari.

- Ci troviamo in un girone molto impegnativo e affronteremo squadre che hanno una grande tradizione come Taranto, Brindisi, Casarano, Gravina (con cui lo scorso anno ce la siamo giocata fino alla fine). Sarà dura ma sono sfide che fanno bene alla crescita dei ragazzi!

 

- Squadra quasi completamente nuova, tanti nuovi ragazzi arrivati. Che impressione hai avuto in questi primi giorni di lavoro?

- Noi lavoriamo con ragazzi da formare e non già formati e quindi ci vuole tempo e pazienza. Molti ragazzi devono ancora metabolizzare il passaggio da scuola calcio a campionato agonistico ma stiamo lavorando bene e tra poco tutti viaggeranno sulla stessa lunghezza d’onda. C’è entusiasmo, voglia di lavorare ma soprattutto una nutrita schiera di fasanesi il che è importante per un discorso di crescita: è compito anche loro quello di trasmettere l’attaccamento alla maglia e ai colori. Ho visto buone cose e sicuramente sono più che ottimista!

 

- che campionato ti aspetti di fare?

-il nostro obbiettivo è lavorare e lavorare. Per me il risultato sportivo fa grande piacere come fa piacere a tutti. Ma la cosa che più dà soddisfazione è la crescita sportiva e umana dei miei ragazzi! È motivo di orgoglio vedere la rosa della prima squadra del Fasano quest’anno e trovare 6-7 ragazzi provenienti dalla nostra juniores, significa aver lavorato bene e averli messi nelle condizioni giuste per esprimersi. Non siamo arrivati al triangolare nazionale play off per caso, la squadra era ben costruita e c’erano diversi elementi di altissimo valore. E lo stiamo vedendo oggi…

 

- Si può fare addirittura meglio dell’anno scorso?

-me lo auguro! Per il bene della società, dei ragazzi e dei tifosi ma certamente è impresa difficile. A me piace prefiggermi degli obbiettivi e, in totale sincerità, preferisco che la nostra juniores diventi un ottimo serbatoio di atleti per la prima squadra. I risultati sportivi fanno certamente piacere e lavoreremo per quello ma per me “fare meglio” vuol dire formare i ragazzi e lanciarli nel Campionato di Serie D. Io e i ragazzi dello staff cercheremo di trasmettere il più possibile il nostro sapere calcistico e cercheremo di raccogliere più frutti possibili. Ci sono le condizioni per fare bene…non resta che lavorare!

 

 

UFFICIO STAMPA

Gerry Moio

 

Commenti

Colpo di Ferragosto per il Fasano: preso l’under De Vitis
Tra Taranto e Fasano vince il blackout: la Raffo Cup finisce al buio