Intervista

Qui Campitello. Il punto della situazione con mister Laterza

22.07.2019

Procede a gonfie vele la preparazione nel ritiro di Campitello Matese in vista del debutto in Tim Cup fissato per il 4 Agosto. Tanto sudore, tanta corsa e tantissima concentrazione per i biancazzurri che vogliono iniziare la stagione al meglio. Ne abbiamo parlato con mister Laterza con cui abbiamo fatto il punto della situazione di questi primi giorni di ritiro.

- Mister, per il secondo anno di fila in ritiro a Campitello Matese. Luogo ideale per poter lavorare e poter mettere benzina nelle gambe...

Abbiamo voluto riconfermare la stessa sede dello scorso anno perché abbiamo lavorato benissimo dal punto di vista ambientale. La struttura è abbastanza attrezzata per lavorare bene e per prepararci atleticamente nel miglior modo possibile.

 

- Come procede la preparazione e che tipo di lavoro stanno svolgendo i nostri ragazzi?

Per via dei tempi molto ristretti abbiamo dovuto cambiare qualcosa nel programma, iniziando subito con un lavoro aerobico su distanze lunghe alternato a circuiti di forza. L’intenzione è quella di arrivare alla nostra prima partita ufficiale nella condizione fisica migliore.

- A proposito della prima partita ufficiale! Un inizio di stagione sicuramente fuori dal comune: lo storico debutto in Tim Cup il 4 Agosto. Cosa ti aspetti da questa avventura e soprattutto: quale squadra ti piacerebbe affrontare?

Siamo molto entusiasti per questa occasione di partecipare ad una manifestazione così importante. Stiamo lavorando tanto anche perché vogliamo ben figurare e onorare la nostra maglia in qualsiasi stadio. È ovvio che mi piacerebbe vedere il Fasano giocarsela in stadi importanti come Catania, Padova, Reggina e molti altri stadi gloriosi. Ma aspettiamo il sorteggio e vediamo.

- Il ritiro precampionato è un'ottima occasione per fare gruppo, per far unire la squadra. Una squadra molto giovane ma con tanto talento. Necessità assoluta è far uscire il meglio da loro, soprattutto dai più giovani!

Il ritiro non solo serve a lavorare sul campo ma anche ad amalgamare il gruppo, che anche quest'anno è cambiato tanto e che necessita di tempo per compattarsi. In ritiro ci sono molti giovani, alcuni di loro anche alla prima esperienza, che necessitano di pazienza, costanza e tempo per dimostrare il loro valore. Io insieme a tutto il mio staff, cercheremo di metterli nella migliore condizione possibile per potersi esprimere ad alti livelli e lavoreremo per trarre il meglio da tutti.

 

 

UFFICIO STAMPA

Gerry Moio

 

Commenti

OT Network main sponsor dell’Us Città di Fasano
Tim Cup 2019/2020: sarà SÜD TIROL- US FASANO