Campionato di Eccellenza

Per il Fasano una beffa al 90'

12.11.2017

Beffa al 91' per l'Us Città di Fasano, costretta al pari da un Otranto che non ha mai creato problemi alla porta di Pellegrino. I biancazzurri di casa recriminano per tantissime occasioni capitate, soprattutto nella ripresa. Una vittoria avrebbe consentito ai ragazzi di Laterza di conservare in solitaria il secondo posto in classifica. 

L'allenatore biancazzurro cambia quattro undicesimi della formazione che ha espugnato con le unghie il campo di Novoli. Fuori Di Lauro, infortunato, e dentro Pellegrino a difendere i pali della porta fasanese, al centro della difesa Anglani sostituisce lo squalificato Amato. In avanti i confermati sono Corvino e Morga, mentre Palma e Serri lasciano il posto ad Amodio e Girardi.

Il primo pericolo è di marca salentina: al 13’ cross di Mancarella e colpo di testa del gigante Citto quasi in area piccola. Fortunatamente il difensore non riesce ad angolare e Pellegrino para agevolmente. La risposta dei padroni di casa arriva un minuto dopo con Ganci che tenta il bis dopo il gol vittoria di Novoli e calcia dai trenta metri. Anche questa conclusione è centrale e Caroppo blocca la sfera senza difficoltà. La partita sembra bloccata, quando al 28’ arriva il vantaggio del Fasano con una grandissima azione di Morga che prima intercetta il rinvio di un difensore ospite poi si avventa sulla palla, aggira il recupero di un avversario e trafigge Caroppo con un destro potente. Esplode di gioia la punta monopolitana, a secco di gol da più di un mese, e con lui tutto il ‘Curlo’.

Nella ripresa l’Otranto inizia con un altro piglio e si rende pericoloso: prima è Mancarella a tirare senza trovare lo specchio, poi è Buono al 55’, su calcio d’angolo di Rosafio, a sfiorare il pari ma sulla linea è fondamentale l’opposizione di Corvino. Al 62’ Morga, nel suo miglior momento da quando veste la maglia del Fasano, deve lasciare il campo per infortunio e al suo posto entra Gennari. Passano due minuti e il neo entrato potrebbe timbrare il cartellino, ma davanti alla porta manda clamorosamente fuori. Al 68’ è Bolognese ad impegnare Pellegrino in tuffo, mentre due minuti dopo è sempre Gennari il protagonista con un azione in velocità. L’attaccante batte sul tempo il difensore e da posizione defilata aggira il portiere con un tocco delicato che sbatte lentamente sul palo esterno e termina fuori. E alla fine, beffarda, sul Fasano si abbatte la classica doccia gelata che punisce la mira imperfetta: al 91’ calcio d’angolo di Bolognese e questa volta Citto non fallisce con un colpo di testa che spedisce la palla all’incrocio.

Giovedì si torna in campo con il Fasano impegnato in casa, alle ore 18, nella semifinale di andata di Coppa Italia contro il Casarano.

Us Città di Fasano - Fc Otranto 1-1
Reti:
28' Morga (F), 91' Citto (O).

Us Città di Fasano: Pellegrino, Pugliese, Gubello, Ganci, Anglani, Zizzi, Corvino (71' Palma), Fumarola, Morga (60' Gennari), Amodio (80' Richella), Girardi (78' Bernardini). A disp.: Lacirignola, Pistoia, Di Tano. All. Giuseppe Laterza.
Fc Otranto: A. Caroppo, Vergari, Indirli (56' Villani), Buono, Citto, Mancarella (61' Sindaco), Delle Donne, Mariano, Palazzo (75' Portaluri), Diarrà (61' Ciriolo), Rosafio (56' Bolognese). A disp.: F. Caroppo, Macagnino. All. Gigi Bruno.
Arbitro: Michele Lopez di Bari.
Note: spettatori 1.500 circa, ammoniti Indirli, Buono, Mancarella (O), Pellegrino e Anglani (F).

Commenti

La Juniores espugna Bitetto
Il sogno chiamato finale, ma prima bisogna battere il Casarano