image desctription

News Seniores

Il Fasano riabbraccia il suo pubblico ma cede di misura al Picerno

Il Fasano riabbraccia il suo pubblico ma cede di misura al Picerno

“Meglio tardi che mai”, i proverbi difficilmente hanno torto. La squadra biancazzurra del miracolo salvezza riesce ad abbracciare il suo pubblico in extremis, nella 33esima giornata di campionato di Serie D ovvero nell’ultima partita casalinga di questa stagione. Emozioni forti e il giusto tributo a questi ragazzi che, nonostante la sconfitta per una rete a zero, sono autori del raggiungimento della salvezza e della permanenza in quarta serie per il terzo anno consecutivo.

Una salvezza insperata, rincorsa e sognata per tanto tempo, e alla fine ampiamente meritata grazie anche e soprattutto all’egregio lavoro svolto da mister Vito Costantini e dal suo staff, ennesima “scommessa-tecnica” vinta dal presidente Franco D’Amico.

La gara: alla fine, o meglio all’inizio, la spuntano i lucani grazie ad un gol dell’ivoriano Kone arrivato esattamente dopo 1’ e 18’’ che insacca facilmente su cross di Dettori. Disattenzione difensiva fatale per i biancazzurri che nonostante i vari tentativi di Dambros, Melillo e Lopez Petruzzi (quest’ultimo autore di un colpo di testa di un soffio sopra la traversa, su calcio d’angolo di Melillo) non riescono a rimettere in sesto la gara.

Altro momento clou arriva al 44’pt con D’Angelo che va giù dopo un contrasto in area con Lopez Petruzzi e l’arbitro decreta la massima punizione. Suma è portentoso nel neutralizzare il tiro dagli 11 metri di Iadaresta.

Ripresa con poche emozioni, la gara è stata giocata sostanzialmente a centrocampo ed è stata caratterizzata da diversi falli e momenti di tensione, sia in campo che in panchina. 

“Abbiamo pagato caro una disattenzione dopo un minuto – ha commentato mister Costantini a fine partita – in ogni caso, abbiamo mantenuto le promesse della vigilia e abbiamo venduto cara la pelle. Il Fasano non regala niente a nessuno, questo tipo di atteggiamento non rientra nella mentalità societaria. Abbiamo giocato la nostra gara contro una grande squadra, abbiamo subìto e siamo stati caparbi nel reagire. Peccato per il risultato e per non avere dato l’ultima soddisfazione alla nostra gente. Adesso ci godiamo questo traguardo raggiunto con mille difficoltà e ci tengo a ringraziare sonoramente e orgogliosamente tutti i miei ragazzi e tutti i componenti del mio staff tecnico.” 


TABELLINO

Us Città di Fasano-Az Picerno: 0-1 (0-1)

Us Città di Fasano: Suma, Urquiza (29’st Lopez), Dorval, Meduri, Lopez Petruzzi, De Miranda, Gille (20’st Amoruso), Bernardini (43’st Losavio), Dambros, Melillo, Gentile (30’st Dellino). 

A disposizione Leone, Camara, Urruty, Calabria, Trovè.

Allenatore: Costantini.

Az Picerno: Giuliani, Pitarresi, Dametto, D’Angelo (30’st Esposito), Dettori, Stasi (34’st Togora), Guerra, Konè (20’st Carnevale), Allegretto, Albadoro (15’pt Iadaresta), Kosovan (12’ st Finizio). 

A disposizione: Siani, Girasole, Oyewale.

Allenatore: Palo.

Rete: 1’p.t. Konè (P)

Arbitro: Barbiero di Campobasso.

Ammoniti: Konè (P), D’Angelo (P). 

Rec. 2’pt; 5’st. 

Spettatori: 900 circa.


Fasano, 7 giugno 2021


UFFICIO STAMPA

Gerry Moio